serramenti castelfiorentino
blog - La finestra toscana

blog - La finestra toscana

Muffa sotto il davanzale delle tue finestre? Ecco come risolvere il problema

La soglia in pietra passante è l’errore progettuale più stupido degli ultimi 30 anni

serramenti castelfiorentino
Questa è una foto che ho fatto a casa di Cristiano durante una consulenza per valutare la possibilità di sostituzione dei suoi serramenti.
Le sue priorità erano:

  • Eliminazione spifferi;
  • Risparmiare sulla bolletta energetica;
  •  Comfort abitativo ottimale;

Ma quando gli ho proposto di togliere i termosifoni da sotto le finestre e sostituire la soglia di marmo, mi ha dato del pazzo.

Allora gli ho risposto: “guarda sotto le finestre, dietro i termosifoni, e dimmi cosa vedi”.
È rimasto basito, non si aspettava una situazione del genere ed ha accettato la mia proposta senza battere ciglio .
Una situazione come quella di Cristiano è molto frequente nella abitazioni della zona in cui operiamo: a Castelfiorentino, Certaldo e in tutta la Val d’Elsa.
Negli anni 60, ma anche in periodi più recenti, i costruttori edili usavano molto ricavare una nicchia sotto la finestra dove poter alloggiare il termosifone.
La soluzione era ottima per il termosifone, non occupava spazio e rimaneva invisibile alla vista perché nascosto dalle tende.
Tutto questo però aveva una controindicazione, la formazione di muffa in tutte le stanze, dietro il termosifone, rendendo l’aria di casa insalubre.
Nell’angolo sotto la soglia, come puoi vedere nelle foto, la muffa trova un ambiente ideale per riprodursi, una superficie  porosa e umida è sufficiente perché questa si possa nutrire e proliferare.
Ti chiederai sicuramente: “perché la superficie è umida in quel punto? Il termosifone acceso non asciuga la soglia?”
Il problema è la soglia in pietra, proprio così.
La soglia in pietra a lastra unica appoggiata sopra il muro è l’errore progettuale più stupido che sia stato commesso negli ultimi 30 anni di costruzioni edili.
Il marmo o travertino sono materiali ad alta conducibilità, molto di più rispetto ad una struttura muraria tradizionale.
Mi spiego meglio: immagina un’ autostrada (la soglia in marmo) dove, a forte velocità,  il calore all’interno della tua casa si sposta verso l’esterno e nel punto in cui si raffredda a 12/13 gradi, si forma la condensa.
In quella zona  le spore, cellule riproduttrici, si depositano e proliferano causando la formazione delle muffe ben rappresentate dalle foto che ti ho mostrato.
serramenti castelfiorentino
Questo è quello che otterrai,
la creazione di un  luogo riscaldato all’esterno dove il passerotto può ripararsi nelle gelide giornate invernali.
Purtroppo è la verità; negli ultimi 30 anni sono stati  sprecati tanti soldi per questo stupido errore progettuale.

E’ stato fatto pure un calcolo dei soldi buttati letteralmente dalla finestra dalla dispersione:

Fonte www.posaqualificata.it 2013
…. 10 metri lineari di davanzale passante in marmo disperdono:
– 254 kWh/a a Trento (ZONA CLIMATICA F);
– 154 kWh/a a Firenze (ZONA CLIMATICA D);
– 209 kWh/a a Potenza (ZONA CLIMATICA E).

Se volessimo quantificare economicamente, supponendo un costo del kWh pari a 0,20 € avremmo un costo di:
– 50 € all’anno a Trento;
– 30 € all’anno a Firenze;
– 42 € all’anno a Potenza.

 

Come fare per risolvere il problema?

In caso di nuove abitazioni o ristrutturazioni la soluzione è molto semplice, nel caso di sola sostituzione le soluzioni sono più complesse ma con una buona progettazione è possibile ottenere un ottimo risultato.
Queste sono alcune foto di situazioni nelle quali, con una corretta progettazione, abbiamo risolto il problema della muffa e della dispersione.

serramenti castelfiorentino

Se hai richiesto altri preventivi  ti hanno spiegato tutto questo ? Si sono informati sulle tue problematiche e possibili soluzioni?
La maggior parte dei miei concorrenti si ferma alla sola spiegazione del prodotto senza preoccuparsi di andare oltre, di capire le tue problematiche e risolverle.
Il suo unico scopo è la firma sul contratto in minor tempo possibile.
 

Perché ti racconto tutto questo?

 
Perché non sono un venditore che vuole concludere quante più vendite possibili. Sono nato posatore e quello a cui veramente tengo è capire quali sono le esigenze del cliente, accompagnarlo dalla scelta delle sue nuove finestre fino alla fine dei lavori in modo che le sue aspettative vengano pienamente raggiunte.

Tutto parte dalla mia consulenza effettuata tramite un appuntamento programmato in cui posso dedicarti tutto il tempo necessario per capire, attraverso una serie di domande, quali sono le tue esigenze e al termine proporti la mia soluzione.

Se costruisci o ristrutturi la tua casa e hai bisogno di un lavoro su misura che non lasci al caso nessun dettaglio e che continui a soddisfarti nel tempo, clicca qui.